Info »
Risorse »

 

Le sanzioni per il ravvedimento operoso

 

Modifiche introdotte dal DL 98/2011

Le nuove misure delle sanzioni sono le seguenti:

Adempimento
Sanzione
Regolarizzo nei primi 14 giorni successivi alla data di scadenza di un versamento omesso o insufficiente (1)
0,2% giornaliero dell'importo non versato
Regolarizzo entro 30 giorni dalla data di scadenza di un versamento omesso o insufficiente (1)
3% dell'importo non versato
(2,5% per le violazioni commessi fino al 31/1/2011)
Regolarizzo trascorsi più di 30 giorni dalla data di scadenza di un versamento omesso o insufficiente
3,75% dell'importo non versato
(3% per le violazioni commessi fino al 31/1/2011)
Presentazione di una dichiarazione con un ritardo massimo di 90 giorni
12% delle imposte dovute (oppure 12% di 258 euro, se non risultano dovute imposte)

(1) in pratica, la sanzione per un giorno di ritardo è lo 0,2%, per due giorni di ritardo è lo 0,4% e così via fino al quattordicesimo giorno, quando la sanzione diventa il 2,8%. Per il quindicesimo giorno la sanzione diverrebbe il 3% che coincide con quanto previsto per i ritardi fino a 30 giorni.

 

 I giorni di ritardo sono giorni "di calendario"; nel caso del ravvedimento non opera la proroga al primo giorno lavorativo successivo per i versamenti che scadono di sabato o in un giorno festivo. Se il trentesimo giorno cade di domenica, il regolarizzo eseguito il lunedì successivo comporta l'applicazione della sanzione per i ritardi oltre 30 giorni.

(31 / 10 / 2011)

Valid HTML 4.01!Valid CSS!

Questa pagina è stata vista 3072 volte

© 2000 - 2017 Riccardo Sclavi & Studio Sclavi - p.IVA 11411650150