Info »
Risorse »

 

Indennità e rimborsi per trasferte

(da Il Sole 24 Ore del 16 gennaio 2006)

Dove
Cosa
Trattamento
Nel territorio del Comune ove è ubicata la sede di lavoro Indennità e rimborsi spese Concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente
Rimborsi di spese di trasporto comprovati dai documenti del vettore Non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente
In Italia, fuori dal territorio del Comune ove è ubicata la sede di lavoro Indennità forfettaria di trasferta Concorre a formare il reddito di lavoro dipendente per la parte che eccede 46,48 € giornalieri
Indennità forfettaria di trasferta con rimborso delle spese di alloggio o di vitto (oppure alloggio e vitto forniti gratuitamente) Concorre a formare il reddito di lavoro dipendente per la parte che eccede 30,99 € giornalieri
Indennità forfettaria di trasferta con rimborso delle spese di alloggio e vitto Concorre a formare il reddito di lavoro dipendente per la parte che eccede 15,49 € giornalieri
All'estero Indennità forfettaria di trasferta Concorre a formare il reddito di lavoro dipendente per la parte che eccede 77,47 € giornalieri
Indennità forfettaria di trasferta con rimborso delle spese di alloggio o di vitto (oppure alloggio e vitto forniti gratuitamente) Concorre a formare il reddito di lavoro dipendente per la parte che eccede 51,65 € giornalieri
Indennità forfettaria di trasferta con rimborso delle spese di alloggio e vitto Concorre a formare il reddito di lavoro dipendente per la parte che eccede 25,82 € giornalieri
Fuori dal territorio del Comune ove è ubicata la sede di lavoro Rimborso spese a pié di lista / analitico Devono essere documentate le spese vitto, alloggio, viaggio e trasporto. Le altre spese, esposte nella nota spese ma non documentate, non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente fino a 15,49 € giornalieri (Italia) o 25,82 € giornalieri (estero)

(17 / 1 / 2006)

Valid HTML 4.01!Valid CSS!

Questa pagina è stata vista 2935 volte

© 2000 - 2017 Riccardo Sclavi & Studio Sclavi - p.IVA 11411650150